Principale vita di campagnaPerché vogliamo tutti vivere in campagna?

Perché vogliamo tutti vivere in campagna?

  • La migliore storia

Amare la campagna è un'ambizione particolarmente britannica - Mark Hedges spiega perché è nel nostro DNA. Fotografia di Martin Birks.

Nel bellissimo sagrato di Sant'Andrea, Mells, si trova il monumento al figlio del Primo Ministro Raymond Asquith, ucciso durante la prima guerra mondiale, nonché la tomba del poeta Siegfried Sassoon. I loro stretti legami con questo tranquillo angolo della campagna del Somerset ci dicono molto sulla nostra nazione.

Le guerre del 20 ° secolo indussero le persone a chiedersi per cosa stavano combattendo e la campagna fu usata come propaganda. Ha creato sentimenti di patriottismo e nostalgia e ha tirato le corde del cuore.

Molti hanno combattuto per una campagna che non avevano mai visto. Visita una chiesa parrocchiale rurale e troverai duchi, conti e aristocratici sepolti lì. Questo non accade in Francia, per esempio; la campagna c'era per i contadini, non per i nobili, mentre la nostra campagna è per tutti. È nel DNA britannico; le nostre case sono i nostri castelli e costruiamo i nostri Jerusalems in questa terra verde e piacevole.

'È una bella serata, calma e libera': tramonto su Roseberry Topping, North Yorkshire… #sunrise #landscapephotography #instanature #natureaddict #beautifulbritain

Un post condiviso dalla rivista Country Life (@countrylifemagazine) il 28 giugno 2017 alle 23:08 PDT

Una volta sono stato invitato all'ambasciata giapponese. A pranzo, un alto funzionario mi disse: 'Abbiamo un grosso problema in Giappone. Non possiamo convincere la nostra gente a vivere in campagna. Tutti vogliono vivere a Tokyo o Osaka. Cosa fa il tuo governo per far uscire le persone dalle città ">

Ho spiegato che era il contrario nel Regno Unito, dove le persone aspirano a vivere in campagna. Il passaggio alle province è visto come un segno di successo. Questo desiderio di vita rurale è una parte determinante della nostra nazione, ma non si verifica in Francia o in Italia. In effetti, le uniche persone che desiderano vivere nella campagna francese sono gli inglesi.

Perché abbiamo un rapporto così diverso con il nostro paesaggio rurale? Quando Country Life ha fatto un sondaggio con un noto sondaggista, abbiamo chiesto "se potessi, ti piacerebbe vivere in campagna?". Oltre il 60% ha dichiarato di sì, anche se solo il 14% lo fa.

Il colore aumenta: l'alba sul castello di Peveril nella Hope Valley, Derbyshire… #sunrise #landscapephotography #instanature #natureaddict #beautifulbritain

Un post condiviso dalla rivista Country Life (@countrylifemagazine) il 26 giugno 2017 alle 23:33 PDT

La Gran Bretagna ha una geologia più varia di qualsiasi altro paese di dimensioni comparabili. Antiche placche tettoniche hanno scolpito quest'isola nel paesaggio più bello e vario del mondo. Le rocce sottostanti definiscono la terra: i calanchi dell'Hampshire e del Sussex sono diversi dal granito del West Country come gli antichi vulcani dei Grampians sono dal calcare del Peak District. Se guidi 100 miglia attraverso la Gran Bretagna, il panorama cambierà in modo emozionante e costante.

Al di sotto di queste splendide colline e vallate, un tempo c'erano grandi cuciture di carbone che guidavano e alimentavano la rivoluzione industriale. Non sarebbe potuto succedere senza di essa, ma le vaste fornaci e i mulini hanno suscitato una reazione contro il fumo e lo sporco.

Sono nati movimenti come il pittoresco e l'arte e l'artigianato. Il deserto, un tempo considerato deserto, divenne popolare. Il Lake District, che di recente è diventato il primo parco nazionale del Regno Unito ad aver ottenuto lo status di patrimonio mondiale dell'UNESCO, ha finalmente avuto qualcosa da offrire.

Se la suggestiva montagna tramonto di Tim Burgess, nel sud della Scozia, ti ispira, hai ancora tempo per partecipare al concorso per i fotografi paesaggisti dell'anno di quest'anno - le iscrizioni si chiuderanno l'8 luglio. Visita www.take-a-view.co.uk per i dettagli. . . #landscapephotographeroftheyear #landscapephotography #instanature #natureaddict #beautifulbritain

Un post condiviso dalla rivista Country Life (@countrylifemagazine) il 19 giugno 2017 alle 7:11 PDT

La nostra letteratura è distintiva a livello locale - i nostri più grandi scrittori hanno un posto. Pensa a Hardy, Austen, Brontës o Wordsworth e pensi a una parte particolare del paese.

Anche la famiglia reale ha fatto la sua parte. Victoria e Albert hanno aperto la strada acquistando Balmoral e Sandringham. Uscire da Londra è diventato di moda. Aggiungi l'invenzione dell'auto e l'ampia rete ferroviaria e una fuga dalle città annerite ai giardini dell'Eden divenne sempre più possibile. Fu a questo punto, 120 anni fa, che Country Life fu lanciato. Da allora ha prosperato e vende più copie rispetto a dieci anni fa.

L'interesse per la campagna è ora ai massimi storici. Meno persone che mai lavorano la terra, ma milioni di altre ne sono sedotte. Il Countryfile della BBC è in competizione con EastEnders come il programma più visto in televisione; il National Trust è la seconda più grande organizzazione associativa in Gran Bretagna con 4, 5 milioni di persone. Camminare è il passatempo più popolare in Gran Bretagna. La nostra campagna è una nuova religione.

I cieli eccezionalmente chiari di Dorset hanno ispirato Stephen Banks a catturare questo scatto di Durdle Door con la Via Lattea alle sue spalle. ???? di @dorsetscouserphotography. . . #landscapephotography #nightsky #mothernature #starrysky #beautifulbritain

Un post condiviso dalla rivista Country Life (@countrylifemagazine) il 26 maggio 2017 alle 5:14 PDT

Tuttavia, queste masse vogliono un tipo di campagna diverso da quello che abbiamo ora e le decisioni prese nei prossimi anni definiranno cosa significherà definirsi un britannico in futuro.

Credo che ci sarà una nuova democratizzazione del paesaggio, grazie alla sua popolarità e alle conseguenze della Brexit. Eventuali sussidi versati agli agricoltori dopo il 2020 arriveranno con stringhe crescenti in allegato; ci saranno richieste di maggiore accesso, regimi ambientali più responsabili e agricoltura meno intensiva. Quindi la domanda sarà: chi possiede davvero la terra?

Il fascino di lavorare nelle città diminuirà, con affitti sempre più alti e spostamenti più lunghi e noiosi che spingono più di noi a lavorare da casa. Man mano che verrà implementata la banda larga superveloce, la vita del villaggio subirà un rinascimento, questi insediamenti si trasformeranno da dormitori a luoghi di lavoro. Molti di noi torneranno in campagna, il posto che vogliamo davvero essere. Il nostro DNA sta chiamando.


Categoria:
Il modellista: "È stato il lavoro della mia vita - non cambierei nulla per il piacere che mi dà"
Norfolk House: il perduto palazzo londinese che fu raso al suolo, ricreato 80 anni dopo