Principale giardiniFrutti tropicali e palme nel Surrey più profondo? Perché stanno andando banane a Wisley

Frutti tropicali e palme nel Surrey più profondo? Perché stanno andando banane a Wisley

  • La migliore storia

Un giardino esotico appena piantato a RHS Wisley ha infranto il libro delle regole: è una scommessa audace per un giardino nel Surrey, e uno che Steven Desmond ripercorre attraverso secoli di avventurosi giardinieri inglesi.

Una nazione di giardinieri è destinata ad essere eternamente alla ricerca di qualcosa di più eccitante nella vista dalla finestra della cucina. Di tanto in tanto, un profondo desiderio di qualcosa con un po 'più di alzarsi e andare rompe la superficie educata. Via, quindi, con i vetri delle finestre punteggiati di pioggerelle che guardano verso i favoriti familiari e entrano con una visione di scenari di isole deserte.

Qualcosa di simile è appena accaduto nella brughiera del Surrey, nell'agosto agosto di RHS Wisley, finora non notato per sentimenti rivoluzionari. Fino a poco tempo fa, un bel roseto istruttivo si trovava sul posto dove ora ci troviamo a sbirciare da sotto le gigantesche foglie a forma di pagaia di banani attraverso uno schema di piantagione più comunemente visto sulla Costa Azzurra. Il giardino esotico è atterrato.

Ci sono limiti a questa stravaganza, ovviamente. Wisley è ancora Wisley e il nuovo giardino è incorniciato dalle ortensie di Battleston Hill da un lato e dai famosi lunghi bordi erbacei dall'altro. La disposizione è anche rassicurantemente convenzionale, con percorsi radianti che circondano una fontana centrale la cui pinna ad ananas ha una scala adeguatamente modesta.

Tuttavia, è la piantagione che attira l'attenzione. Sembra più adatto alla costa del Queensland settentrionale rispetto alle contee domestiche.

'Si riaccende di tanto in tanto solo per esaurirsi gradualmente man mano che la moda avanza. Come uno spettacolo di fuochi d'artificio, dovremmo correre tutti ora a meravigliarci allo spettacolo mentre dura '

Come tutti i nuovi giardini, questo è un lavoro in corso e gli adeguamenti saranno fatti col passare del tempo. Tutte le piante sono state incluse per la loro forma e contorno drammatici e alcune fioriranno indipendentemente dal carattere del prossimo inverno. Questi includono un giovane albero puzzle-scimmia, sempre così caratteristico con i suoi rami regolarmente distanziati che si curvano verso il basso, l'intero albero coperto da quella perfetta armatura verde spinosa.

Altre piante, come le dalie e i cannas, sono vecchie amiche. Alcuni rimarranno nel terreno, forse coperti da una pentola piena di paglia, per riemergere il prossimo maggio. Il più grande di tutti, Dahlia imperialis, è qui, torreggiante sopra la mia testa, e tutti vorranno vedere come affronta questa situazione.

Questa potrebbe anche essere una casa per il mio preferito, D. merckii, le cui splendide fioriture color malva fioriscono all'aperto nel giardino botanico di Logan sul Mull di Galloway. Il drenaggio gratuito qui sarà di grande aiuto.

Le domande, tuttavia, incombono sui favoriti della serra, incluso il grande arbusto Eriobotrya japonica . Il loquat può davvero sopravvivere all'inverno in Inghilterra ">

Bello vedere oggi il nuovo giardino esotico a RHS Wisley, pieno di piante di colore, ananas, banana e zenzero #RHSWisley pic.twitter.com/0eApxOYUiE

- Gardenmakers (@ 2gardenmakers) 6 ottobre 2017

La tradizione può essere fatta risalire in modo intermittente almeno alla fine del XIX secolo, quando The English Flower Garden di William Robinson includeva un passaggio di John Gibson che descriveva il suo boschetto di palme piantate da piante di formaggio svizzero nel Battersea Park, nel 1873.

Il Jardin des Plantes di Parigi fornisce ogni anno un elaborato schema di piante di gomma, banane, felci e cannas su un prato, e, interessante, nel Jardin Anglai . E la palma Chusan, portata su queste rive nel 1840 da Robert Fortune dalla costa della Cina, è stata a lungo conosciuta come la palma Torquay.

La rivoluzione, quindi, è in corso da qualche tempo. Come tutte queste cose, si riaccende di tanto in tanto solo per esaurirsi gradualmente man mano che la moda avanza. Come uno spettacolo di fuochi d'artificio, dovremmo correre tutti ora a meravigliarci allo spettacolo finché dura.


Categoria:
Il modellista: "È stato il lavoro della mia vita - non cambierei nulla per il piacere che mi dà"
Norfolk House: il perduto palazzo londinese che fu raso al suolo, ricreato 80 anni dopo