Principale giardiniI primi giardini formali della Scozia, rinvigoriti con precisione geometrica

I primi giardini formali della Scozia, rinvigoriti con precisione geometrica

Una vista dai giardini di Kinross attraverso la Porta dei Pesci verso Loch Leven e il suo castello in rovina. Foto pubblicata nel numero del 22/08/2018 della rivista CLF.

Gli splendidi giardini di Kinross hanno fatto molta strada dai tempi di Maria, regina degli scozzesi.

Niente ti prepara al tuo arrivo a Kinross House. Mi sto facendo strada dolcemente lungo una strada laterale nel villaggio di Kinross quando, all'improvviso, mi ritrovo davanti a un paio di imponenti cancelli di ferro. Beyond è una sorprendente sorpresa: un lungo viale alberato che mi guida al centro di una casa splendidamente proporzionata, la prima vera casa di campagna neoclassica in Scozia - l'architetto Sir William Bruce era il padre del classicismo in Scozia.

Mentre mi avvicino, viene rivelato l'enorme, immacolata falciatura del West Lawn. Quando Donald Fothergill ha acquistato Kinross House nel 2011, era determinato a continuare la tradizione del gioco del cricket sul prato.

Con uno degli incantevoli padiglioni con il tetto di ogee che nasconde un gabinetto all'aperto e lo sfondo della casa che lo rende "sicuramente una delle migliori piazzole immaginabili del paese", la partita annuale ospitata dal Kinross House Invitation XI deve essere uno spettacolo spettacolare.

In questi giorni, il prato è utilizzato anche per gli arrivi in ​​elicottero. Il capo giardiniere Kenny Stewart, che mi incontra sui gradini anteriori, ricorda di falciare un prato scozzese per un ospite appassionato del suo lignaggio scozzese.

Guardando indietro verso il viale, ricorda di aver guidato una squadra di chirurghi arborei per potare i boschi maturi "quanto basta" per creare una banda di luce su entrambi i lati della casa. È stata una mossa sottile ma efficace e tipica dell'attenzione ai dettagli che guida il restauro di questo giardino. La casa rivitalizzata (pubblicata su Country Life Magazine, il 12 agosto 2009 e l'11 marzo 2016) ha vinto l'Historic Houses Association Restoration Award nel 2013.

Tuttavia, la vera meraviglia del giardino deve ancora venire. Dalla cima dei gradini, si può vedere attraverso le stanze al piano terra della casa ai giardini formali dall'altra parte, dove un sentiero è esattamente allineato con il centro del castello di Loch Leven sull'isola nel lago.

'Il punto medio delle porte d'ingresso è una linea retta perfetta al millimetro del castello. È fatto alla grande, 'mi dice Mr Fothergill, l'eccitazione nella sua voce sicuramente fresca come il giorno in cui ha visto per la prima volta il posto. Il castello dell'isola, ovviamente, ha una sua ricca storia - Maria, regina di Scozia è stata imprigionata lì nel 1567.

Verso la fine del 18 ° secolo, Kinross House era di proprietà della famiglia Montgomery e nel 1902 sia la casa che il giardino furono restaurati in stile edoardiano da Sir Basil Montgomery. Era ancora di proprietà dei Montgomerys quando fu acquistato da Mr Fothergill.

Stewart ha lavorato per la famiglia per più di un decennio e ricorda con affetto di aver fornito il colore per le vacanze estive. "Abbiamo usato per piantare 7000 piante da letto e 7000 semi-resistenti."

Tuttavia, i tempi stavano cambiando e, quando il signor Fothergill acquisì la proprietà, istintivamente non solo sentì che parte del giardino era passato al meglio, ma che lo stile piacevole, anche se leggermente sconclusionato, "non si sedeva comodamente con un 17 ° secolo Casa'.

Fothergill ha cercato i piani originali di Bruce e ha commissionato all'architetto paesaggista Alistair Baldwin la creazione di un piano generale che ha ripristinato gran parte del layout originale del giardino, rispettando tuttavia il meglio dei suoi elementi edoardiani e, allo stesso tempo, ha introdotto la piantagione contemporanea.

Fothergill ha chiarito che gli schemi di piantagione di Piet Oudolf nel giardino recintato di Scampston Hall, nello Yorkshire del Nord, con il loro uso di piante perenni di lunga durata accuratamente selezionati combinati con erbe per aggiungere movimento, sarebbero stati fonte di ispirazione fondamentale.

Nella metà superiore del giardino, le rose intorno allo stagno orientale furono sostituite da un parterre centrale e "i due parterri scomparsi" furono ripristinati, uno su entrambi i lati.

la parte inferiore del giardino, fu implementato il piano di Bruce per una coppia di frutteti a griglia ricoperti di fiori selvatici scozzesi (questa ora sembra la più moderna delle idee), così come la pratica piuttosto geniale del 18 ° secolo di creare "pianure" di erba di falciare prati a diversi livelli per creare motivi nitidi.

Per i tre parterri, sono state piantate nuove siepi di tasso e alcune delle siepi originali fuori misura di 10 piedi sono state accuratamente rinnovate in modo da sembrare fresche e proporzionate. Questi, insieme a doppie file di copertura a scatola bassa e arte topiaria vecchia e nuova, offrono un quadro eccezionale per la seducente piantagione all'interno.

Nel parterre centrale, la tavolozza è elegantemente limitata all'agrifoglio di mare blu elettrico Eryngium x tripartitum, l'erba brughiera viola Molinia caerule a subsp. caerulea Heidebraut, l' Allium sphaerocephalon dalla testa pulita e la digitale arrugginita Digitalis ferruginea . L'erba della brughiera diventerà un mare ondulato scintillante mentre l'estate avanza.

Nei parterri nord e sud, la tavolozza è più celebrativa. Le esuberanti fontane di Stipa gigantea sono un energico punto di partenza e percorsi curvi e comode panchine sono deliberatamente incastonate tra le imponenti Veronicastrum virginicum Lavendelturm e Astrantia Roma color gelato al lampone , in modo che i visitatori possano 'essere nel loro mondo, circondati da colore'.

I letti del parterre sono bordati con fiammeggianti erica scozzese, che sembrano meravigliose, ma sono, in effetti, selezioni molto non-Oudolf, poiché durano solo cinque anni. "Stiamo per propagarci come un matto", afferma Stewart, il più sfrenato che mai dalle dimensioni della sostituzione.

Stewart e Fothergill hanno sviluppato il tipo di rapporto di lavoro che sembra destinato a vedere questa nuova era nel giardino di Kinross andare sempre più forte. La coppia fa regolarmente lunghe passeggiate per un'ora nel giardino, con i quaderni in mano: "Sono interessato a tutto, fino all'ultimo dettaglio", dichiara Fothergill, con la sua energia inarrestabile. "Kenny è molto entusiasta e sono molto entusiasta, quindi è un'ottima combinazione."

Il ruolo di Stewart include la cura del doppio bordo che è un retaggio dei tempi di Montgomery, la sua siepe di faggio ramato che aggiunge un ricco tocco di colore ardente attraverso il centro del giardino murato e offre uno splendido sfondo luminoso alle sue piante accuratamente colorate .

Ha supervisionato la riqualificazione dei bordi perimetrali, dividendo le piante originali, ripiantando in blocchi più piccoli e aggiungendo erbe per creare un aspetto più morbido. Ha anche rigenerato dozzine di rose, molte delle quali allevate da un ex giardiniere, Dave Fernie, che le ha lasciate senza nome, ma uniche per Kinross.

Il secondo dei roseti originali è stato ripiantato con una collezione di rose inglesi antiche ricoperte di piante perenni a fioritura lunga e c'è un nuovissimo orto murato che è stato costruito utilizzando pietra recuperata dalla ristrutturazione della casa. Oltre l'orto si trova un frutteto ancora più recente, con un coraggioso supporto di mele che è completamente destinato a fornire una fornitura di sidro di Kinross House.

Lascio la Kinross House con la sensazione che nulla - né il suolo più levigato né i venti orientali più roventi - fermeranno il nutrimento fantasioso e attento di questo giardino esilarante, che celebra il passato tanto quanto abbraccia il presente.

Scopri di più su Kinross House e sui giardini su www.kinrosshouse.com. La casa può essere affittata per uso esclusivo e visite guidate per gruppi orticoli possono essere organizzate su appuntamento con il capo giardiniere Kenny Stewart.


Categoria:
Sir Edwin Lutyens: il più grande architetto britannico?
Come trasformare una cucina oscura vittoriana in un affascinante spazio sociale con falegnameria su misura