Principale interniLa Royal Academy a 250: "È come una meravigliosa Bentley che scopri inutilizzata in un fienile"

La Royal Academy a 250: "È come una meravigliosa Bentley che scopri inutilizzata in un fienile"

Credito: John Millar

L'artista e presidente della Royal Academy per il suo 250 ° anniversario.

Elegante nei modi, considerato nella sua conversazione, Christopher Le Brun è il maestro dell'analogia eloquente. "È come una bella macchina", mi offre quando mi avventuro sul fatto che la Royal Academy (RA) sembra sparare su tutti i cilindri. 'Una meravigliosa Bentley che scopri inutilizzata in una stalla. Lo ottieni ed è perfettamente funzionante, ma è stato utilizzato solo per lo shopping leggero; in effetti, deve essere sulla corniche, quindi metto effettivamente il piede sull'acceleratore. "

L'uomo al volante è un modernizzatore, impegnato a riportare la sua stimata carica al suo posto legittimo all'avanguardia del campo, ma è anche profondamente riverente della storia e delle tradizioni che contraddistinguono questa grande istituzione britannica. "Ha questa bellissima struttura", dice, ricordandomi che la costituzione della RA precede - e probabilmente ha influenzato - quella dell'America. "Tiene le sue due parti - l'assemblea generale e il consiglio - in perfetto equilibrio."

In un'organizzazione interamente gestita da artisti, vede il suo lavoro come "cercare di ottenere consenso". Contrariamente all'impressione di un corpo di uomini più anziani in tweed seduti attorno a un tavolo che fuma la pipa (eredità dell'era notoriamente reazionaria dell'AR), "è in realtà piuttosto selvaggio. Gli incontri non sono mai, mai noiosi, ma molto vivaci e quasi impossibili da controllare '.

'Non è stata una bella cosa da fare. Quindi si unirono persone come David Hockney, Allen Jones e Ron Kitaj e le cose iniziarono a cambiare '.

Mentre si avvicina al suo 250 ° compleanno, l'AR sta cavalcando la cresta di un'onda, con lo svelamento di un enorme progetto di capitale imminente, una serie di mostre eccezionali al suo attivo e una nuova generazione di accademici di successo. Le Brun, che è stato eletto nel 1996 e diventato il 26 ° Presidente nel 2011 (il più giovane da Lord Leighton), ammette che, 30 anni fa, quando il suo lavoro stava raggiungendo il successo internazionale, non avrebbe accettato l'adesione.

'Devi chiederti "fa bene alla mia carriera" e, all'epoca, non era una bella cosa da fare. Quindi si unirono persone come David Hockney, Allen Jones e Ron Kitaj e le cose iniziarono a cambiare '.

In Florida per aprire Grayson Perry: fare significato. È la prima mostra in tre anni di collaborazione della Royal Academy con The Gallery at Windsor. Il lavoro mostrato è l'arazzo "Comfort Blanket" di 8 metri di larghezza @windsorflorida @royalacademyarts #graysonperry

Un post condiviso da Christopher Le Brun (@_christopherlebrun) il 12 gennaio 2018 alle 7:25 PST

La sua esperienza come amministratore fiduciario di diversi importanti musei d'arte ha modificato la sua percezione. Poteva vedere che c'era il pericolo che le grandi istituzioni finanziate dai contribuenti diventassero la posizione ufficiale stabilita nel mondo dell'arte, l'unica riserva di curatori e professionisti dei musei.

'Ciò che sembrava mancare era una connessione diretta tra artisti e pubblico. L'AR si trova tra il museo e il mondo dell'arte commerciale; può rivolgersi direttamente al pubblico ".

'Non riceviamo denaro dal governo. Zero.'

Uno dei motivi per cui le sue mostre hanno così tanto successo, crede, è che probabilmente sono più emozionali ed estetiche. Quando parti, il tuo umore è diverso. Non senti tanto "Ho imparato qualcosa" come "Ho sentito qualcosa". "

Dopo aver visto una moltitudine di visitatori che si spingevano per vedere l'ultimo film di successo - la collezione di Carlo I - chiedo come l'AR riesca a ottenere prestiti eccezionali. "In parte attraverso le nostre connessioni, ma facciamo anche affidamento sul fascino delle gallerie e sulle capacità dei nostri curatori nel creare partenariati."

Eredità: JMWTurner e pratica dell'arte contemporanea, apertura stasera alla New Art Gallery, Walsall. The Trial, 2011-2014. @thenewartgallerywalsall

Un post condiviso da Christopher Le Brun (@_christopherlebrun) il 21 settembre 2017 alle 11:32 PDT

In che modo l'AR sopravvive con un finanziamento molto inferiore rispetto alle altre principali istituzioni "> " Le persone si aspettano una certa grandezza. C'è quel leggero senso di casa di campagna inglese trasandata, l'odore del mackintosh bagnato - o del cane, nella peggiore delle ipotesi. Quella sensazione, Penso, è unico. '

Ora, nell'ambito del nuovo sviluppo che collega Burlington House con Burlington Gardens (apertura del 19 maggio), quella raccolta sarà liberamente accessibile. Un'enorme galleria sarà dedicata a quello che è, in effetti, un sondaggio completo sull'arte britannica del 1768, incluso un grande corpus di opere contemporanee, ancora non sfruttate. L'esposizione inaugurale della Collection Gallery è stata ideata dal Presidente stesso. 'A partire da Reynolds, stabilisce come abbiamo iniziato e se i principi che ci hanno sostenuto continuano; la mia tesi è che lo fanno.

Sebbene odia le parole, Le Brun si impegna a raggiungere l'accessibilità senza smorzarsi. "Siamo molto attenti a rendere l'arte il punto di ciò che facciamo e mai la politica o l'ingegneria sociale." Riconosce l'importanza di preservare il carattere speciale di RA. 'La gente si aspetta una certa grandezza. C'è quel leggero senso di trasandata casa di campagna inglese, l'odore del mackintosh bagnato - o del cane, nel peggiore dei casi. Questa sensazione, penso, è unica.

Visto nel Wall Street Journal, il dipinto Ceres 2013 appeso nella casa di Maiorca dei collezionisti Howard e Nancy Marks. @wsj 30.9.17 #collectingart #artandinteriors #abstractpainting

Un post condiviso da Christopher Le Brun (@_christopherlebrun) il 6 novembre 2017 alle 2:45 PST

Cresciuto a Portsmouth in una illustre famiglia militare, non aveva quasi mai visitato Londra prima di studiare alla Slade. "Ricordo il brivido di salire i gradini della Royal Academy e di prepararmi mentalmente per un'immersione nella pittura raffinata."

Nonostante le maggiori pressioni del lavoro oggi, crede che "sia assolutamente essenziale" che il presidente sia un artista praticante. "Faccio questo lavoro per tre giorni in giacca e cravatta e, occasionalmente, nella mia medaglia, e poi giovedì sono in jeans nel mio studio."

L'immagine dell'artista come ribelle perpetuo è, pensa, superficiale. 'La maggior parte di noi ha diversi tipi di potenziale nella nostra personalità. Trovo qualcosa di molto gratificante in questo lavoro. Potrebbe essere il mio background che mi fa pensare a strutture e responsabilità come benigne. Fai accadere le cose. '

Aggiunge: "Mi piacciono le persone e ho trovato il modo di lavorare con le persone. Allo stesso tempo, dopo un certo periodo, devo essere completamente solo. "

Christopher Le Brun, visto qui con la sua Pittura come Alba (2013), esporrà alla Lisson Gallery, Londra NW1, dal 4 al 18 agosto (www.lissongallery.com). Per ulteriori informazioni sulla Nuova Royal Academy of Arts e sul suo programma di eventi per il 250 ° anniversario, visitare www.royalacademy.org.uk/ra250


Categoria:
In Focus: come la poesia di Christina Rossetti si è diffusa nel mondo dell'arte
Cucina l'ultimo menu per la cena post-scatto