Principale vita di campagnaCome le Suffragette hanno vinto la battaglia per il voto e hanno spianato la strada al suffragio universale in Gran Bretagna

Come le Suffragette hanno vinto la battaglia per il voto e hanno spianato la strada al suffragio universale in Gran Bretagna

Credito: Alamy Stock Photo

Sono passati 100 anni questa settimana da quando le donne in Gran Bretagna hanno vinto per la prima volta il diritto di voto. Emma Hughes individua i passaggi chiave che hanno portato al successo del movimento del suffragio.

1832

La prima petizione che chiede che le donne ricevano il voto è presentata in parlamento dal parlamentare Henry Hunt per conto di Mary Smith di Stanmore, nello Yorkshire.

1866

Un'altra petizione è presentata senza successo al parlamento da John Stuart Mill. Un anno dopo, dopo che un terzo non è riuscito a passare, la Manchester National Society for Women's Suffrage è istituita da Lydia Becker, un botanico dilettante che ha lavorato con Charles Darwin. Società simili iniziano a formarsi in tutto il paese.

1897

Millicent Garrett Fawcett, co-fondatore del Newnham College di Cambridge, è determinante nella creazione della National Union of Women's Suffrage Societies (NUWSS).

1903

Dopo aver perso la pazienza con l'approccio diplomatico del NUWSS, Emmeline Pankhurst si interrompe e forma la più radicale Unione sociale e politica delle donne (WSPU).

1906

Il termine "suffragette" appare per la prima volta in stampa.

1909

Marion Wallace Dunlop diventa la prima suffragetta a fare lo sciopero della fame in prigione. L'alimentazione forzata diventa rapidamente una pratica diffusa.

1910

Le proteste del "Black Friday" scoppiano in risposta al disegno di legge di conciliazione, che avrebbe permesso ad alcune donne di votare, bloccandosi in parlamento.

1912

Il disegno di legge sul franchising parlamentare (femminile) viene sconfitto in modo restrittivo in parlamento. Seguono disordini diffusi.

1913

La membro della WSPU Emily Wilding Davison si mette di fronte al cavallo del re Anmer a Epsom, morendo per le sue ferite. Decine di migliaia fiancheggiano le strade il giorno del suo funerale.

1914

All'inizio della prima guerra mondiale, suffragisti e suffragette sospendono le campagne per sostenere lo sforzo bellico.

1918

Il Representation of the People Act, che ha dato il diritto di voto alle donne di proprietà di età superiore ai 30 anni, ottiene il Royal Assent il 6 febbraio. La prima elezione generale in cui viene esercitato tale diritto arriva poco più di 10 mesi dopo, il 14 dicembre.

1928

Universale e suffragio per tutti gli uomini e le donne di età pari o superiore a 21 anni passa finalmente alla legge, senza qualificazione di proprietà necessaria. Anche ancora, c'erano anomalie. Passerebbero altri 20 anni prima che il voto al plurale fosse bandito, con l'abolizione dei collegi elettorali universitari e il voto extra per coloro che vivevano in un collegio elettorale ma possedevano proprietà in un altro.


Categoria:
Diamo un'occhiata al Norfolk terrier, il cane che non può fare a meno di tirarti su il morale
Alan Titchmarsh: Le mie galline sono sceme, stupide, egoiste e prepotenti - ma non sarei senza di loro