Principale stile di vitaGokarna: un viaggio nella nuova Goa dell'India, una città incontaminata che è un "caleidoscopio di colori" con spiagge bianche come diamanti e mare azzurro

Gokarna: un viaggio nella nuova Goa dell'India, una città incontaminata che è un "caleidoscopio di colori" con spiagge bianche come diamanti e mare azzurro

Kudle Beach, Gokarna Credito: Getty Images

La città indiana di Gokarna si sta guadagnando la reputazione di "Nuova Goa", un'alternativa poco conosciuta che è circondata da templi e spiagge da cartolina. Harriet Compston ha fatto visita.

Poco prima delle 7, la sonnolenta città del tempio di Gokarna si sta svegliando in un altro giorno glorioso. Il sole è sorto. Una coltre di arancione si sposta in un cielo blu. Il mercato prende vita, traboccante di papaia, sacchi di spezie e verdure esotiche. Un sadhu, avvolto nel bianco, si snoda per le strade, con il suo bastone che perfora la polvere. Solo. Silenzioso. Perso in preghiera. L'oceano brilla in lontananza, preannunciando la nuova alba.

Ci sono volute tre ore dall'aeroporto di Goa, sempre più in profondità nella giungla. Situata alla confluenza di due fiumi sacri, Gangavali e Aghanashini, la città è stata un luogo di pellegrinaggio per gli indù per secoli, ma oggi è tornata sulla mappa per un altro motivo: le sue spiagge. Presentato come il "nuovo Goa" - più tranquillo, più pulito e meno affollato (oltre ad essere libero dal sovraccarico del partito) - questo piccolo angolo del Karnataka è poco conosciuto dagli estranei, ma ora gli occidentali si stanno insinuando e l'apertura di Kahani dura l'anno ha alimentato la fiamma.

Mucche sulla spiaggia di Kudle vicino a Gokarna, Karnataka, India

Incastonata tra i Ghat occidentali da un lato e il Mar Arabico dall'altro, Kahani Paradise House ha iniziato la sua vita come una casa per le vacanze molto amata, costruita da zero da una rispettosa famiglia britannica che ha acquistato i 23 acri di terra nel 2005. High in the colline, circondate da risaie, esploro la sostanziale villa e tre annessi, tutti color crema e colonnati in uno stile vagamente panasiatico.

Kahani Paradise Estate

Il giardino è magnifico, una cornucopia di palme, alberi di betel e fiori tropicali con corsi d'acqua che lo attraversano. Farfalle danzano, lucertole dardo e uccelli si librano sopra la testa. Un giardiniere si arrampica su uno dei palmi, riportandomi da bere una noce di cocco fresca.

Spiato una risaia in lontananza che, quando è asciutta, funge anche da campo da cricket per amichevoli tra ospiti dell'hotel e gente del posto. Ma non indugio. Ho un occhio sul tramonto a The Ridge, la capanna fatta a mano a foglia di cocco della villa con una vasca per tuffi arroccata su una scogliera.

Disponibile in affitto nella sua totalità o per suite, Kahani è impeccabilmente decorato con mobili antichi e oggetti d'arte, scelti a mano dai proprietari. Alcune camere dispongono di pavimenti vintage in teak birmano, altre lanterne marocchine d'argento e tessuti unici. Le eliche dell'aeroplano sono state riproposte come ventole, il filato delle bottiglie di plastica riciclata è intessuto in tappeti e i pannelli del soffitto sono realizzati con vecchie travi. Una barca Nagamese riproposta è coperta da libri da tavolino.

Le sei suite, ognuna con un'antica porta d'ingresso in legno del Rajasthan, sono deliziose dove ritirarsi; in un momento di silenzio, mi rannicchio con una agata Agata Christie dalla libreria. Il vecchio è stato aggiornato con pareti in cemento dal pavimento al soffitto decorate con palette di colori individuali, motivi geometrici e opere d'arte contemporanea.

Una terrazza a sfioro con acqua salata attende in modo seducente sulla terrazza e un paio di stalloni gujarati a grandezza naturale intagliati nel legno fanno la guardia nella sala da pranzo all'aperto, che ha una vista affascinante sulla terra e sul mare. Un enorme tavolo balinese, ricavato da un singolo albero, invita a cenare in comune, ma è anche perfetto per una festa in famiglia.

Il cibo è indiano e internazionale, creato con prodotti freschi provenienti dall'orto, dal mercato locale e dalle catture giornaliere dei pescatori. Kamla, una signora del posto, è un tranquillo tour de force in cucina, che mi insegna timidamente a preparare il curry al cocco. Dopo lo yoga nel padiglione della giungla la mattina seguente, un arcobaleno di frutti esotici, succo di lime dolce e uova appena preparate su ordinazione mi prepara per la giornata.

Poi ho raggiunto la spiaggia, dirigendomi verso il Paradiso, una vertiginosa passeggiata di 10 minuti. Questo è il più idilliaco del quartetto di spiagge fiancheggiate da palme di Gokarna, un luogo appartato con sabbia bianca come il diamante e acque azzurre su uno sfondo roccioso. Di notte, la spiaggia è illuminata dal bagliore magico e bioluminescente del mare.

Half Moon Beach è a breve distanza e divento un normale al Namaste Café, con i suoi rinfrescanti lassi di mango. Barche dai colori vivaci fiancheggiano la riva, i pescatori pronti a portarti fuori sulle acque, dove si scatenano baccelli di delfini, ma per rimanere davvero bloccati nella vita locale, vai nella vicina Om Beach, dove puoi mangiare attraverso i piatti tradizionali in uno delle capanne sulla spiaggia. Finisco a Kudle Beach, la pittoresca baia nella parte superiore di questa pagina, seduta sulla sabbia dorata, calda dai raggi del giorno.

Di ritorno in città, Gokarna crea un contrasto interessante (Kahani fornisce una jeep 4 × 4, guidata da un membro dello staff, o una motocicletta Royal Enfield per aiutarti a spostarti). La parola Gokarna si traduce come orecchio di mucca in sanscrito: secondo la mitologia indù, Lord Shiva tornò sulla terra dagli inferi attraverso l'orecchio di una mucca.

Ogni anno, migliaia di pellegrini accorrono qui a Kotiteertha, una sacra vasca d'acqua, dove si lavano nelle acque sante, prima di adorare nei suoi 108 templi. Il più famoso è Mahabaleshwar, considerato sacro come il tempio Kashi Vishwanath di Varanasi, con incisioni risalenti a 1.500 anni fa.

Pellegrini che fanno un tuffo rituale durante la festa di Shivaratri nel serbatoio di Kotitheertha (Koti Thirtha), un carro armato o un lago costruito dall'uomo per l'immersione di idoli e il bagno rituale.

La città è un caleidoscopio di colori, con le tradizionali case Konkani dipinte di verde, arancione e rosso per abbinare i templi e i negozi pieni di accessori Puja, sandalo, spezie, lungis e magliette, le strade zeppe di mucche addormentate, cani sonnecchianti e il risciò occasionale.

Mentre firmo il libro dei visitatori Aspinal a Kahani, vedo perché la villa si adatta perfettamente a Gokarna. Sono entrambi l'epitome del paradiso alla mano. Dimentica Goa. Sono venduto.

Kahani Paradise House è disponibile in affitto a partire da £ 9.100 a settimana da SJ Villas - vedi www.sjvillas.co.uk o chiama 020–7351 6384.


Categoria:
Il modellista: "È stato il lavoro della mia vita - non cambierei nulla per il piacere che mi dà"
Norfolk House: il perduto palazzo londinese che fu raso al suolo, ricreato 80 anni dopo