Principale vita di campagnaDomande curiose: perché i banditi urlano "Oyez, oyez, oyez"?

Domande curiose: perché i banditi urlano "Oyez, oyez, oyez"?

I banditi della città usano le campane accanto alla loro voce molto forte per attirare l'attenzione della gente Credito: Alamy Stock Photo
  • Domande curiose

Carla Passino indaga il significato del grido di apertura del banditore e medita se ce ne sia ancora bisogno oggi.

La notizia che la città del Suffolk di Clare è alla ricerca di un nuovo banditore - il loro primo in 300 anni, e solo quelli con potenti polmoni devono essere applicati - pone la domanda: cosa fanno realmente i banditi e perché sfilano per le strade di abiti d'epoca, gridando 'Oyez, oyez, oyez' ">

In passato, stavano essenzialmente camminando sui giornali, mantenendo le persone al passo con eventi importanti. La loro presenza è registrata nel Bayeux Tapestry ed è proprio dal passato normanno che proviene la linea di apertura dei cacciatori - "Oyez, oyez, oyez!" -.

Oyez è una parola anglo-normanna derivata dalla forma imperativa dell'arcaica parola francese ouïr (oggi sostituita da entendez o écoutez ) e significa "Senti!" Crier lo usava accanto alla campana (da cui deriva il loro altro nome, fattorini) per attirare l'attenzione della gente e assicurarsi che ascoltassero importanti annunci, che in seguito furono appuntati alla porta delle locande locali. E poiché le notizie condivise dai banditori non erano sempre buone o benvenute, erano protette dalla legge.

Un bandito che suona la tromba in una xilografia del 1557 da Anversa, tratta dal "Praxis Rerum Civilium" di Josse Damhoudere. Credito: collezione Alamy / Granger

Nell'Inghilterra medievale, tuttavia, avere 'una voce simile a un corno da nebbia' - dato che lo stesso mastro di Southwold, John Barber, è stato elogiato per la sua pensione nel 2017 - non era abbastanza per qualificarsi per il lavoro. Le barriere dovevano anche essere sufficientemente corpulente - dopo tutto, dovevano trascinare i trasgressori sugli stock - e per niente schizzinose, perché dovevano aiutare a tagliare i criminali impiccati dalla corda.

Nel 18 ° secolo, la loro livrea ha subito un restyling, acquisendo il tipo di calzoni, cappelli a tricorno e soprabiti che la maggior parte delle guardie indossa ancora oggi. La maggior parte ha un cappotto rosso - un tributo al fatto che molti facchini avevano un passato militare - ma Chris Brown, il banditore della città di Windsor, indossa un viola in omaggio alla designazione reale del suo distretto (così come il banditore del Royal Wootton Bassett).

Il signor Brown è stato uno dei tanti fattorini in tutta la Gran Bretagna a proclamare la nascita dell'ultima generazione di Royals: i banditori di città oggi sono fortunati ad avere compiti molto più piacevoli di quelli di un tempo, aprendo feste locali, apparendo in eventi di beneficenza e, ovviamente annunciando nascite reali.

Non solo la professione è ancora viva e vegeta nel paese, ma i banditori britannici hanno anche il loro nome collettivo - due o più sono conosciuti come "un muggito di banditori" - e i loro campionati. L'attuale detentore del titolo è il banditore Nuneaton, Paul Gough del villaggio di Bulkington, nel Warwickshire, che è stato incoronato a Darlington il mese scorso (per la sesta volta in 24 anni) ed è noto per aver annunciato l'accensione locale delle luci di Natale in toni adeguatamente stentoriani.

Tuttavia, una domanda molto più complicata rimane senza risposta: nell'era dei social media, per quanto tempo una città avrà ancora bisogno di un cacciatore?


Categoria:
In Focus: come la poesia di Christina Rossetti si è diffusa nel mondo dell'arte
Cucina l'ultimo menu per la cena post-scatto