Principale giardiniAlan Titchmarsh: Perché ho deciso che la vita è troppo breve per continuare a coltivare le stesse cose vecchie nella mia serra

Alan Titchmarsh: Perché ho deciso che la vita è troppo breve per continuare a coltivare le stesse cose vecchie nella mia serra

Credito: momento editoriale / Getty

La serra di Alan Titchmarsh è diventata un po 'prevedibile, ma ora ha grandi progetti per mescolare le cose.

Bontà, sono grato per la mia serra in questo periodo dell'anno, non solo per allevare piantine, ma anche per offrire una pausa dai capricci del tempo.

Tuttavia, sono stato cresciuto a causa di una visita di un amico l'anno scorso. Aveva visitato il mio giardino per la prima volta circa 30 anni fa. "Bontà", disse, "la serra è esattamente come la ricordo." Non si riferiva alla struttura stessa, ma all'esposizione delle piante all'interno.

Mi vergognavo un acaro. Vedi, ho sempre amato il mio mix di pelargoni zonali dai fiori luminosi e foglie profumate, alcuni streptocarpus (che, a dire il vero, non sono mai stato davvero selvaggio; le loro foglie sembrano sempre lingue di mucche), i miei vasi di nerine in fiore in autunno in una gamma di colori dal bianco al rosa fino al vivido scarlatto e una varietà di vasi di piante grasse.

Confesso anche di avere alcuni vecchi fedeli: una torre gemella della pianta di cera, Hoya carnosa, in un angolo, una famiglia di diverse generazioni di piante di ragno (Chlorophytum), che macchietta la messa in scena a più livelli e vasi di questo e che mi sembra di ho ereditato da ... beh, non ricordo bene dove.

Quest'anno, devo mordere il proiettile e avere un po 'di bucato nella mia serra. Tutti possiamo entrare in una carreggiata se non stiamo attenti; coltivando le stesse piante anno dopo anno. Garantisce affidabilità, ma può essere un ostacolo e derubare un giardino - e una serra, in particolare - di eccitazione e novità.

Un vecchio amico ha confessato che non avrebbe mai coltivato varietà di pomodori diverse da Moneymaker. 'Non mi restano molti anni', ha confessato, 'e perché dovrei rischiare di coltivare una varietà il cui sapore non mi è piaciuto ">

La serra nei giardini di Walmer Castle, nel Kent.

Non che tutto debba essere nuovo per me. Che dire delle piante che ho coltivato ancora prima nella mia vita da giardinaggio, ma che da allora sono scomparse dalla mia serra ">

Vorrei alcune pentole di Salpiglossis con le loro trombe che sembrano, a ben vedere, come segmenti di vetrate e devo seminare un po 'di Primula obconica per il colore il prossimo inverno e primavera, così come alcuni semi di Grevillea robusta, quel nativo neozelandese dalle foglie di felce che produce una buona "pianta a pois" in una serra.

Coltivo alcuni pomodori e cetrioli nel mio mix ornamentale, ma da questa lista raccoglierai che la mia serra è un giardino d'inverno a tutti tranne che in nome. Quando lavoravo a Kew, la mia padrona di casa, che amava visitare la serra conosciuta allora come Numero Quattro, la chiamava sempre Bournemouth, perché le ricordava i Winter Garden pieni di fiori. Questa, suppongo, è la natura del mio "palazzo di cristallo".

Se mai ti ritrovi a visitare i giardini di Balmoral, la casa scozzese di Sua Maestà, scoprirai una piccola serra che ha messo in scena la messa in scena da cui fiori e foglie cadono in abbondanza. L'immagine di quella vista gloriosa non mi ha mai lasciato e, anche se non posso aspirare a tale grandiosità regale, posso almeno catturarne lo spirito.

Se gli abitanti della tua serra sembrano un po 'stanchi, dimentica di rinvasare e prendere talee per sostituire il simile con il simile. Ci sono centinaia e migliaia di piante là fuori che non hai mai provato e la vita è davvero troppo breve per attaccare con pomodori Moneymaker e gerani rosso vivo.


Categoria:
Rassegna della mostra: Maggi Hambling: Mura d'acqua alla National Gallery
Le Bahamas raddoppiano la sua arte e cultura, da Junkanoo a James Bond